NEWS

Vaccini e green pass fanno superare lo smart working dell’emergenza. Gli ambienti di lavoro sono sicuri, mentre l’attività da casa può essere dannosa.

L'avanzamento progressivo della campagna vaccinale e la fine della pausa estiva che ha interessato molti settori stanno facendo sorgere nelle imprese e nei luoghi di lavoro una domanda: che fare dello smart working emergenziale? La risposta a questo interrogativo non è semplice, in quanto implica diverse valutazioni, di natura organizzativa ma anche giuridica e sindacale. Risposta che deve partire da ...
Leggi Tutto

No al reddito di cittadinanza per chi ha un familiare condannato con l’aggravante mafiosa

E non importa se la modulistica INPS non fa riferimento a questo caso. Questa la conclusione della terza sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n° 34121 del 15 settembre 2021. La Corte ha così confermato la legittimità della misura cautelare del sequestro preventivo della carta prepagata di Poste Italiane , di somme di denaro e libretti postali ...
Leggi Tutto

Limiti all’espulsione alternativa al carcere

L'espulsione come sanzione alternativa alla detenzione va esclusa se pregiudica un rapporto familiare a prescindere dalla convivenza. Ad allargare le ipotesi che consentono allo straniero condannato e detenuto in esecuzione pena di evitare l'espulsione è il decreto Immigrazione e Sicurezza del 2020. Il DL 130/2020 ha infatti indicato, come ulteriore causa di ostacolo all'espulsione, la violazione del rispetto della vita ...
Leggi Tutto

Sì all’abuso di ufficio anche per violazione di misure regolamentari

Anche dopo la riforma dell'abuso di ufficio la trasgressione di norme regolamentari può conservare rilievo penale. Lo afferma la Cassazione, 6 sezione penale n° 33240, con la quale si sostiene che la violazione di norme contenute in regolamenti può rilevare "nel caso in cui esse operando quali norme interposte si risolvano nella specificazione tecnica di un precetto comportamentale già compiutamente ...
Leggi Tutto

Ergastolo ostativo. Permessi premio, ammissibilità più ampia. Per i Tribunali di sorveglianza discrezionalità limitata

La Cassazione inizia a fissare le condizioni per il riconoscimento dei permessi premio dopo la caduta del divieto assoluto per i detenuti non collaboranti condannati all'ergastolo per i reati di mafia. La Prima sezione penale infatti con sentenza n° 33743, ha affermato che, per l'ammissibilità della domanda di permesso premio avanzata dal detenuto non collaborante dopo la sentenza della Corte ...
Leggi Tutto

Commette reato anche il recuperatore che riceve rifiuti senza formulario. Sanzionata l’inosservanza di prescrizioni autorizzatorie rilevanti.

I rifiuti non accompagnati dal formulario non possono essere accettati dal recuperatore consapevole delle dichiarazioni fraudolente del conferitore. Diversamente è responsabile del reato di inosservanza delle prescrizioni autorizzatorie di cui all'art. 256, comma 4, del decreto legislativo 156/2006. In estrema sintesi è questa la conclusione a cui giunge la sentenza n° 33420 del 9 settembre 2021 con la quale, la ...
Leggi Tutto

Alla Consulta la guida senza patente del prevenuto. Contestata la violazione del principio di legalità e quello rieducativo

La Cassazione solleva la questione di legittimità costituzionale dell'articolo 73 del decreto legislativo 159/2011 nella parte in cui punisce con la pena dell'arresto da sei mesi a tre anni la guida di un autoveicolo o di un motoveicolo, senza patente, o, dopo che la patente sia stata negata, sospesa o revocata, commessa da persona già sottoposta, con provvedimento definitivo, a ...
Leggi Tutto