NEWS

Udienza preliminare . i tanti tentativi di definire un filtro

Nell'originaria formulazione dell'art. 425 Cpp la sentenza di non luogo a procedere poteva essere emessa solo quando era "evidente" l'insussistenza del fatto o comunque l'assenza di responsabilità dell'imputato perchè il fatto non costituisce reato o non è stato commesso. La legge 105/1993 ha eliminato il requisito dell'evidenza per ampliare lo spazio cognitivo del giudice dell'udienza preliminare lasciando però troppi margini ...
Leggi Tutto

Senza una previsione di condanna il PM deve chiedere l’archiviazione

Il PM dovrà chiedere l'archiviazione "quando gli elementi acquisiti nelle indagini preliminari non consentono una ragionevole previsione di condanna". La disposizione si correla, quale regola di giudizio, a quella stabilita dall'art. 533  Cpp ai fini della condanna volendo significare che il PM è tenuto a sollecitare l'archiviazione se non c'è un compendio indiziario idoneo ragionevolmente a portare a una condanna ...
Leggi Tutto

Il calendario: nuove regole per fissare la data delle udienze. Relazioni tecniche deposito sprint

Con riguardo al giudizio ordinario in luogo del mero (inattuato) principio di esaurimento del dibattimento in una sola udienza, ovvero, del suo rinvio al giorno seguente non festivo (art. 477 cpp) la delega introduce la regola secondo cui, dopo la lettura dell'ordinanza di ammissione delle prove, il giudice comunichi alle parti il calendario delle udienze per l'istruzione dibattimentale e per ...
Leggi Tutto

Procedure: iscrizione notizie di reato, i sospetti non bastano servono indizi

Importanti modifiche riguardano la disciplina dell'iscrizione della notizia di reato (articolo 1 comma 9 lettere da p) a s)). Il tema è stato affrontato ponendosi in evidenza le due opposte problematiche che la pratica ha portato ad evidenziare: da un lato l'eccesso di iscrizioni a modello 21 (a carico di noti) con tutti gli effetti pregiudizievoli che ne conseguono pure ...
Leggi Tutto

Giustizia penale, al via la riforma. Condanna dimezzata nel decreto penale : sconto di un quinto a chi non si oppone

Il procedimento monitorio disciplinato dall'art. 459 del cpp è un rito speciale che può trovare applicazione quando si proceda per reati perseguibili d'ufficio o per quelli perseguibili a querela, se essa è stata validamente presentata e il querelante non ha dichiarato di opporvisi. Quando il PM ritenga che debba applicarsi soltanto una pena pecuniaria anche se inflitta in sostituzione di ...
Leggi Tutto

Procedimenti speciali. Reclusione oltre due anni, l’accordo vale anche per le pene accessorie

Ampliare l'ambito di applicazione dei procedimenti speciali e renderli più appetibili. Questo l'obiettivo che sarà chiamato a realizzare il legislatore delegato attraverso alcuni interventi di respiro sistematico sul patteggiamento, sul giudizio abbreviato e sulla possibilità di chiedere riti alternativi a seguito della notifica del decreto di giudizio immediato. Al procedimento di applicazione della pena su richiesta si può accedere se ...
Leggi Tutto

Giustizia penale al via la riforma. Diritto comunitario direttiva 343/2016 rimedi successivi ampliata la gamma

La delega richiede la formulazione di una disciplina che armonizzi la normativa processuale nazionale con quanto previsto dall'articolo 9 della direttiva UE 343/2016 del parlamento Europeo e del Consiglio del 9 maggio 2016 (meglio nota come direttiva sulla presunzione di innocenza), cioè in particolare "il diritto ad un nuovo processo o a un altro mezzo di ricorso giurisdizionale che consenta ...
Leggi Tutto

Da “Il Sole 24 ore” di lunedì 25 ottobre 2021 Criminalità 2021 Boom di reati web: sono 800 al giorno . Alert sulle violenze

Reati informatici Oltre 800 reati informatici al giorno nei primi 6 mesi di quest' anno. Così il crimine digitale è arrivato a pesare quasi la metà rispetto ai fenomeni predatori , in particolare dei furti rilevati sul territorio nazionale. E sul totale dei delitti denunciati oggi incide per oltre il 15% superando i livelli pre pandemia sia nel caso di ...
Leggi Tutto

Giustizia penale, al via la riforma. No alla sospensione del processo se l’imputato si rende irreperibile

Dopo il tramonto della contumacia la riforma Cartabia punta a cancellare anche la sospensione del processo nei confronti dell'imputato irreperibile e a rendere al contempo più effettive le garanzie per la difesa e più celere la definizione dei procedimenti. Certa deve essere la conoscenza della pendenza del giudizio, certi i tempi della sua conclusione se l'imputato è irreperibile. E così ...
Leggi Tutto

Notifiche: l’imputato dovrà indicare i recapiti, anche telematici

Semplificazione, speditezza e razionalizzazione passano anche attraverso la modifica in senso evolutivo di alcune disposizioni in materia di notifica. Nei decreti legislativi che verranno, l'imputato, purchè non detenuto o internato, vedrà l'obbligo, fin dal primo contatto con l'Autorità procedente, di indicare recapiti telefonici o telematici di cui ha la disponibilità e la possibilità di dichiarare, per le notificazioni, un recapito ...
Leggi Tutto

Per un giorno di carcere ingiusto lo Stato paga da 120 a 800 euro. Corte dei Conti. Criteri di calcolo difformi: a seconda della Corte di Appello cambia la cifra dei risarcimenti, anche per i domiciliari. Versati in totale 180 mln in 4 anni

Sono costati quasi 180 mln in 4 anni i risarcimenti pagati dallo Stato come equa riparazione di errori giudiziari e detenzioni ingiuste. A fronte di questi dati non sono molte le azioni disciplinari avviate nei confronti dei magistrati. La corte dei conti, che riprende le rilevazioni degli Uffici Ispettivi del Ministero della giustizia sulle scarcerazioni oltre i limiti di legge ...
Leggi Tutto

valido il sequestro del bar rumoroso per avere disatteso gli ordini del questore

Può essere sequestrato penalmente il bar il cui esercizio cagioni rumori insopportabili per le persone abitanti nelle vicinanze. E' il principio sancito dalla Corte di cassazione (sentenza 35324/2021) che ha dichiarato inammissibile il ricorso del titolare di un esercizio contro l'ordinanza del tribunale del riesame che aveva confermato il sequestro preventivo del locale, disposto dall'autorità giudiziaria per violazione dell'art. 650 ...
Leggi Tutto