NEWS

Giudizi da remoto per tutto il 2022. Ma i penalisti contestano la proroga.

Camere di consiglio (e sentenze) da remoto per tutto il 2022 nel processo penale. Lo ha stabilito il decreto milleproroghe, svincolando però la misura dallo stato di emergenza oggi fissato al 31 marzo. Una previsione che incontra la forte opposizione dei penalisti che, in una nota delle camere penali sottolineano "l'evidente ennesimo attacco alle garanzie ed alle prerogative difensive, questa ...
Leggi Tutto

La diffusione della violenza di genere e domestica. La legge n° 69/2019 (cd. Codice Rosso)

La legge 19 luglio 2019 n° 69 , modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, costituisce il frutto di una lenta e progressiva evoluzione culturale e giuridica in materia di contrasto alla violenza di genere la cui radice sono i principi costituzionali e ...
Leggi Tutto

Improcedibilità anche per le imprese. Decreto 231. Gli effetti del superamento dei termini si applicano nei confronti dell’ente

Improcedibilità anche per i processi alle imprese, per responsabilità da decreto 231. A questa non scontata conclusione approda la Cassazione, con la relazione dell'Ufficio del Massimario dedicata alla parte già in vigore della riforma Cartabia del processo penale. E lo fa non risparmiando critiche e perplessità alla riforma, soprattutto sul fronte delle proroghe ad oltranza, "sia sotto il profilo della ...
Leggi Tutto

I termini più lunghi cessano con il primo grado. Le modifiche ai reati hanno allungato la prescrizione da calcolare sul tribunale

Il gioco dei termini: prescrizione in base alla data di commissione di alcuni reati tributari: dichiarazione fraudolenta con fatture false o altri artifici; emissione di fatture false commessi fino al 24 dicembre 2019: prescrizione in 8 anni (con interruzione 10 anni) commessi dal 25 dicembre 2019: prescrizione 10 ani e 8 mesi (con interruzione 13 anni e 4 mesi). Fattispecie ...
Leggi Tutto

Nuova prescrizione applicabile alle dichiarazioni per il 2019. Il Massimario: nuove regole per i reati (anche fiscali) commessi dal 1 gennaio 2020. Continuità normativa con la precedente causa di sospensione

Le nuove regole sulla prescrizione previste dalla legge di riforma del processo penale trovano applicazione per i reati consumati dal 1 gennaio 2020 e non dal 19 ottobre scorso data di entrata in vigore delle nuove disposizioni. E' questa l'interpretazione dell'ufficio del Massimario della Corte di cassazione che, se confermata, comporterà che le nuove regole riguarderanno anche i reati tributari ...
Leggi Tutto

Al Tribunale il potere di sostituire le misure applicate dal prefetto.

La rilevanza delle misure volte a fronteggiare l'agevolazione occasionale viene estesa anche al controllo giudiziario (di aziende e attività economiche). Attualmente il tribunale, anche d' ufficio, in presenza di agevolazione occasionale, se sussistono circostanze di fatto da cui desumere il pericolo concreto di infiltrazioni mafiose idonee a condizionare l'attività dell'impresa, dispone il controllo giudiziario per un periodo non inferiore ad ...
Leggi Tutto

L’infiltrazione mafiosa “occasionale” obbliga all’adozione dei modelli 231

L'adozione della normativa sulla responsabilità degli enti potrà in futuro essere determinante anche ai fini della normativa antimafia in ipotesi di tentativi di infiltrazione riconducibili a situazioni di agevolazione occasionale. A prevedere questa novità è il decreto legge recante disposizioni urgenti per l'attuazione del Pnrr che introduce anche una sorta di contraddittorio preventivo con l'impresa prima dell'adozione dei provvedimenti amministrativi ...
Leggi Tutto

Sulla non punibilità per tenuità il nodo della continuazione dei reati

Alle Sezioni Unite penali della Cassazione il compito di definire il perimetro della causa di non punibilità per tenuità del fatto, decidendo se la continuazione tra reati rappresenta un ostacolo insormontabile. L'ordinanza n° 39174 della Quinta sezione penale, infatti, ha sollevato la questione, dopo avere constato i divergenti orientamenti presi nel corso del tempo. Del resto, come ricorda ora la ...
Leggi Tutto

L’omicidio aggravato assorbe lo stalking. Si può evitare l’ergastolo. Sezioni Unite: si tratta di reato complesso quando si riscontra unitarietà del fatto.

L'omicidio commesso dal persecutore, punito con l'aggravante speciale che prevede la pena dell'ergastolo, è un reato complesso a causa dell'unitarietà del fatto. Il reato di stalking è dunque assorbito da quello di omicidio e non può essere punito separatamente. Le sezioni Unite della Cassazione (sentenza 38402/21) dirimono un contrasto sorto sulla possibilità di fare scattare il concorso tra lo stalking, ...
Leggi Tutto

La nuova disciplina della sospensione condizionale della pena ex art. 165 comma 5 C.P.

La procura della Repubblica e il Tribunale di Bologna unitamente alla sezione GIP-GUP hanno elaborato e reso pubbliche delle indicazioni operative per l'attuazione, in ambito territoriale di propria competenza, del disposto dell'art. 165 co. 5 CP - introdotto con la legge 69/2019 cd. Codice Rosso- che subordina la sospensione condizionale della pena alla partecipazione a percorsi di recupero per gli ...
Leggi Tutto

Avvocati e PNRR: è alto il rischio di incompatibilità

La norma sul conferimento degli incarichi dalla Pa agli avvocati, nel decreto legge Pnrr, contrasta con il regime di incompatibilità della professione forense e rischia di mettere in crisi il sistema previdenziale. A lanciare l'allarme il CNF, la Cassa di previdenza e l'Organismo congressuale forense che ieri hanno scritto ai ministri Cartabia e Brunetta per chiedere che venga riscritto l'articolo ...
Leggi Tutto

Messa alla prova: la proposta potrà essere avanzata anche dal PM. Estensione alle condanne fino a 6 anni

La messa alla prova per gli adulti, mutuata dall'esperienza minorile, ha avuto un successo non da poco dalla sua introduzione del 2014. Nell'ottica della delega di incentivare l'accesso ai riti alternativi con funzione deflattiva del processo, nonchè di promuovere la giustizia riparativa, il Parlamento ha previsto all'articolo 22 lettera b) della delega che l'accesso alla probation possa anche essere proposto ...
Leggi Tutto